Xanthostigma corsicum (Hagen, 1867)
 

femmina, foto Strano

 

Specie dalla biologia solo superficialmente conosciuta. Larva con sviluppo preferenziale probabilmente, conosciute però anche su corteccia di quercia e Pino; adulti raccolti tra 0 e 1500 m s.l.m.,frequentemente su ginestre, con periodo di volo tra maggio e luglio (Aspöck et al., 1991). 

Stadio di svernamento: larva.

Ampiezza dell’ala anteriore delle immagini: da 6,5 a 9 mm. (Aspöck et al., 1991).

Distribuzione regionale italiana:

Liguria; Toscana (Isola d'Elba, Isola del Giglio); Lazio; Molise; Puglia; Basilicata; Calabria; Sicilia; Sardegna.

Pubblicazioni e segnalazioni che citano questa specie in Italia:

Albarda, 1891; Van der Weele, 1910; Esben-Petersen, 1913; Navás, 1915e, 1918, 1927, 1934a, 1935; Grandi, 1951; Castellani, 1957; Principi, 1966; Capra, 1976; Aspöck et al., 1980, 1991; Pantaleoni, 1986a, 1990c; Divietri, 1993; Letardi & Pantaleoni, 1996; Güsten, 1998; Pantaleoni & Letardi, 1998; Nicoli Aldini & Baviera, 2001; Longo et al., 2001; Letardi & Maltzeff, 2001; Strano, 2003; Strano, 2006a; Romano, 2006d; Casnati, 2007a?; Letardi & Biscaccianti, 2007; Casnati 2007e?; Cesaroni, 2007; Casnati, 2008?; Romano, 2008a; Strano, 2008b, 2013; Puma, 2008a; Badano, 2008c; Barraco, 2009a; Muscarella, 2009a; Puma, 2009c; Barraco, 2009n; Badano & Letardi, 2010; Forbicioni, 2010a, 2012a, 2013b; Zafarana, 2010; Frangini, 2010a; Haring et al., 2011; Zeta, 2011a; Canu, 2012a; Insom & Terzani, 2012; I.I, 2013b; Puntillo, 2013a; AAVV, 2014a; AAVV, 2015a; AAVV, 2016a;

Creative Commons License
tutti i materiali del sito sono rilasciati con Licenza Creative Commons - Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo - 2.5 - Italia.