Chrysopa perla (Linnaeus) sensu Schneider, 1851

Immagine più grande
da Gepp J., 1999

Foto A. Letardi

Specie euriecia propria dei margini di boschi, radure, siepi, ambienti di ripa, golene, sempre in biotopi ad elevata umidità (Killington, 1937; Kis et alii, 1970; Ressl, 1971a; Aspöck et al., 1980); si trova perciò comunemente in ecosistemi urbani ed agricoli (in particolare in parchi, giardini e frutteti). In Romagna stata rinvenuta esclusivamente nelle radure della fascia delle faggete appenniniche. Voltinismo variabile con latitudine ed altitudine, ha mostrato nell'Appennino romagnolo un periodo di volo molto corto (inizio giugno - metà luglio) corrispondente quasi con certezza ad un'unica generazione annua. (Pantaloni, 1989a), altrove sono segnalate sino a tre generazioni annuali, con volo da maggio a ottobre.

Tanto le larve quanto gli adulti si nutrono di afidi e sono quindi da considerare validi ausiliari in agricoltura. Le larve predano oltre 500 afidi per completare il loro sviluppo e le immagini arrivano a cibarsi sino ad un migliaio di afidi nel corso dei primi 15 giorni di vita (Stelzl & Devetak, 1999).
 

Stadio di svernamento: larva matura. Parassitoidi delle uova: Telenomus sp. delle larve: Hemiteles sp.; Helorus rugosus (Pschorn-Walcher, 1971) delle immagini:Forcipomyia sp.

Ampiezza dell’ala anteriore delle immagini: da 11 a 15 mm. (Aspöck et al., 1980).

Distribuzione regionale italiana:

Valle d’Aosta; Piemonte; Lombardia; Trentino Alto-Adige; Veneto; Friuli Venezia Giulia; Liguria; Emilia Romagna; Toscana; Marche; Lazio; Abruzzo; Campania; Puglia; Basilicata; Calabria; Sicilia; Sardegna?

Pubblicazioni che citano questa specie in Italia:

Allioni, 1766; Rossi, 1790; Maironi Da Ponte, 1825?; Costa O.G., 1834 (?);Schneider, 1845; Costa A., 1858 (?), 1863, 1882b; Hagen, 1860a; Tacchetti, 1861; Dei, 1868, 1862; Minà-Palumbo, 1871; Costa G., 1874 (?);Della Torre, 1882; Heller & Della Torre, 1882; Bettoni, 1884; Targioni Tozzetti, 1888; Riggio, 1889 (?);Massalongo, 1891 ? , 1896; Spada, 1891; Lazzarini, 1896; Navás, 1906, 1913b, 1929, 1932, 1933, 1935; Goidanich, 1928; Principi , 1937 (?), 1961; Grandi, 1951, 1958; Castellani, 1957; Eglin-Dederding, 1967; Vidano et al., 1978; Arzone, 1979; Aspöck et al., 1980; Monserrat, 1980; Pantaleoni, 1983, 1986b, 1988, 1989b, 1990a,c, 1995; Arzone et al., 1985; Insom et al., 1985; Pantaleoni & Sproccati, 1987; Favretto et al., 1988; Cocquemot et al., 1990; Minelli et al., 1993; Divietri, 1993; Pantaleoni et al., 1994; Nicoli Aldini, 1994, 2012; Bernardi Iori et al., 1995 /(?); Letardi & Pantaleoni, 1996; Hellrigl et al., 1996; Biondi et al., 1997; Pantaleoni & Letardi, 1997, 1998; Molinari et al., 1999; Viglioglia, 2004; Bertignono et al., 2005; Letardi & Biscaccianti, 2005; Badano, 2006b; Pistono, 2007(?); Letardi, 2007; Anonimo, 2008; Fontanesi, 2008c; Gollini, 2008; Marinelli, 2008a; Turolo, 2008; Monserrat, 2008; Dalla Costa, 2009a; Sacchi M., 2009; Dal Zotto, 2009a; Scherini, 2009a; Badano & Letardi, 2010; Degni, 2010b; Turolo, 2010; Cortese, 2011d; Gigli, 2011g, i, m; Iacovone, 2011; Luthi, 2011d; Lombardo, 2012; Perino, 2012, 2013a; Secco, 2012a, d; Selis, 2012b; Cardarelli, 2013a; Colonnelli, 2013d; Magnani, 2013; Vago, 2013a,b,d; AAVV, 2014a, 2014b; AAVV, 2015a; AAVV, 2016a;

Creative Commons License
tutti i materiali del sito sono rilasciati con Licenza Creative Commons - Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo - 2.5 - Italia.